Le 5 ville più belle di Andrea Palladio

Contattaci
Chi siamo
Richiedila Ora

Il 30 novembre 1508 nasceva a Padova il celeberrimo architetto Andrea Palladio.

Di umili origini, Andrea, fin da giovanissimo comincia l’apprendistato come scalpellino presso Bartolomeo Cavazza. Il trasferimento della famiglia a Vicenza lo porta a conoscere alcuni degli scultori e costruttori più importanti dell’epoca. Nel 1535 l’incontro con Giangiorgio Trissino dal Vello d’Oro influenzerà molto la sua carriera futura.

Nel 1537 realizza la villa di Geromalo Godi a Lonedo di Lugo di Vicenza e da li comincia la costruzione di una lunga serie di meravigliose ville in tutto il Veneto.

Nel 1554 intraprende un viaggio a Roma, in compagnia di Marco Thiene e di Giovanni Battista Maganza, allo scopo di preparare la prima edizione del trattato "De architectura" di Vitruvio con traduzione. Rientrato in Veneto, dedica la propria opera alla costruzione di opere religiose a Venezia.

Nel 1570 pubblica il trattato intitolato "I quattro libri dell'architettura", che illustra gran parte delle sue creazioni ed è il più famoso trattato di architettura rinascimentale, considerato anticipatore dello stile dell'architettura neoclassica, in grado di influenzare tutta l’architettura dei secoli successivi. Nel 1574 si occupa delle Sale di Palazzo Ducale a Venezia ed esegue alcuni studi per la facciata della Basilica di San Petronio a Bologna.

A Vicenza realizza la sua ultima, maestosa costruzione: il Teatro Olimpico. All'interno di uno spazio chiuso vengono riportati i motivi del teatro classico romano, mentre le prospettive profonde oltre i portali esaltano un concetto di dinamismo spaziale molto moderno. Il 19 agosto del 1580 Andrea Palladio muore all'età di 72 anni, in condizioni economiche non buone e per cause mai ben accertate.

Nell’anniversario della sua nascita vogliamo celebrarlo con le 5 ville più belle da lui progettate: