Le 5 opere più belle di Paul Cezanne

Contattaci
Chi siamo
Richiedila Ora

Paul Cezanne nasce in Francia, ad Aix en Provence, il 19 gennaio 1839 da una famiglia benestante. Da giovane intraprese gli studi giuridici che abbandonò in breve tempo per seguire la sua già presente vocazione artistica. Studio prima ad Aix e successivamente all’Academie Suisse di Parigi.

Visse tra Aix e Parigi, riuscendo a stringere rapporti di amicizia con i più illustri artisti dell’epoca, da Pissarro a Renoir, da Sisley Monet. La sua arte cambiò lentamente grazie alle sue frequentazioni, il suo amore verso l’impressionismo, dapprima assente, cominciò a sbocciare. Con esattezza nel 1873, dopo aver partecipato alla guerra franco-prussiana, dipinse “la casa dell’impiccato”, opera che segna il vero e proprio inizio impressionista di Cezanne. Nel 1883 tornò definitivamente in Provenza, dedicandosi alla sua nuova vocazione artistica e dipingendo molti paesaggi cosi da esaltarne, attraverso il colore, le volumetrie delle forme.

I riconoscimenti e la consacrazione di Cezanne arrivarono prima nel 1895, con la sua mostra personale che fu un vero e proprio successo e poi bel 1904, con la grande esposizione al Salon d’Automne.  Ammalato di diabete, Paul trascorse gli ultimi anni di vita concentrandosi sui suoi soggetti preferiti, “Les grandes baigneuses” (Le grandi bagnanti).

 

Vogliamo ripercorrere la vita di questo straordinario artista attraverso le sue 5 opere più belle:

5 - Il cesto di mele (1875) - Art Institute of Chicago Building

 

 4 - Il ragazzo col panciotto rosso (1888–1889) - Collezione E.G. Bührle

 

 

3 - Le grandi bagnanti (1898) - Philadelphia Museum of Art

 

2 - La casa dell'impiccato (1871) - Museo d'Orsay

 

1 - I giocatori di carte (1890–1895) - Museo d'Orsay


Medika - La Card della Salute